Gli eventi

"""""COORDINAMENTO ROMANO PER L'ACCESSO ALLE TERRE PUBBLICHE" " " " "

 

 

COMUNICATO

 

 

Ieri, 16 luglio, si è tenuto il previsto incontro fra il Coordinamento romano per l’Accesso alle terre pubbliche, l’Assessora all’ Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio, Ricci, e il Commissario dell’ARSIAL Rosati.

Anche nel corso di quest’incontro, così come nei precedenti con il Sindaco di Roma Marino e gli Assessori al Patrimonio Nieri e all’Urbanistica Caudo, abbiamo constatato, con soddisfazione,  la comune convinzione che l’agricoltura sia considerata settore strategico per lo sviluppo economico, l’occupazione, la tutela dell’ambiente e i servizi alle città e una profonda condivisione delle questioni che il Coordinamento ha posto all’attenzione degli interlocutori istituzionali, in particolare per quanto riguarda:

 

1)stop al consumo di suolo agricolo

2) No alla vendita del patrimonio agricolo pubblico

3)  Accesso diretto e completo ai dati sul patrimonio rurale con relative infrastrutture di proprietà pubblica, aggiornati con le informazioni sull'attuale uso degli immobili di proprietà comunale

4) censimento e individuazione di aree immediatamente disponibili e fruibili.

5)  definizione concordata dei requisiti e dei bandi pubblici per accedere alla concessione delle terre ai fini di uso agricolo e di agricoltura multifunzionale


Il Coordinamento ha rappresentato l'urgenza di dare risposte immediate ai nuovi agricoltori ma anche a quelli che chiedono di accedere alle terre pubbliche per ampliare le proprie aziende e renderle così economicamente più sostenibili.

Crediamo che sia interesse di tutti mettere finalmente in produzione un patrimonio pubblico di così grande valore lasciato da anni in stato di abbandono, troppo spesso consegnato alla speculazione edilizia o al degrado.

 

Nell’incontro odierno sono stati quindi esaminati i percorsi legislativi e tecnico amministrativi utili a raggiungere risultati immediati e di programmazione di medio periodo, per la creazione di aziende agricole e di agricoltura multifunzionale, con modalità trasparenti di assegnazione delle terre pubbliche, prevedendo inoltre l’accesso a forme di  credito agevolato e alla formazione e riqualificazione professionale.

 

Nel corso dell’incontro inoltre il Coordinamento ha rappresentato all’Assessora Ricci la necessità di provvedere, da parte della Regione Lazio, alla mappatura delle zone a rischio cambiamento climatico, secondo le indicazioni della Comunità Europea, e alle conseguenti azioni di prevenzione dei danni e adeguata programmazione di lungo periodo.

 

L’incontro di oggi come quelli con il Comune di Roma proseguono con l’immediata apertura di tavoli tecnici.

 

 

Roma, 17 luglio 2013